Viaggio di nozze in Perù

Alte vette, tracce di antiche civiltà precolombiane, canyon tra i più profondi al mondo, linee misteriose...questo e molto altro è il Perù, un vero e proprio museo a cielo aperto!

Lima

Lima fu fondata nel 1535 e poco tempo dopo divenne la città più importante d’America. Oggi ha più di 8 milioni di abitanti e ospita immigrati da tutte le parti del mondo, cosa che la rende una città meticcia per eccellenza. Nel centro storico, dichiarato Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO, si possono osservare splendidi esempi di architettura coloniale come la Cattedrale, il Convento di Santo Domingo e il Convento di San Francisco, così come bei balconi in legno intagliato. Lima è inoltre una sorgente inestinguibile di cultura, esempio ne è l’esistenza di una gran quantità e varietà di musei come il Museo Nazionale di Archeologia, Antropologia e Storia e il Museo Archeologico Rafaél Larco Herrera che custodiscono tesori incaici e pre incaici di inestimabile valore.
Racchiusi nel mezzo della città ci sono imponenti monumenti archeologici come la Huaca Huallamarca e la Huaca Pucllana; fuori dalla città, di fronte al mare, si trova Pachacamac, il santuario preincaico più importante della costa, costruito nel III secolo d.C.

Arequipa

Conosciuta come la “Città Bianca” per i suoi meravigliosi muri bianchi in sillar, una pietra di origine vulcanica, Arequipa sorge a circa 2.335 m s.l.m. ed è adagiata alle pendici dei maestosi vulcani Chachani (6.075 m) e Misti e del Pichu Pichu (5.570 m). Nel centro della città, dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO nell’anno 2000, si possono ammirare i templi e le case coloniali di stile barocco meticcio, così come il Monastero di Santa Catalina, una città spagnola in miniatura con stradine in pietra, begli atri e piazze. Da vedere anche: il Museo Santuarios Andinos, la Chiesa di San Francisco, il Monastero La Recoleta e il Museo Historico Municipal; e il molino di Sabandía situato nel paese di Sabandía.

Valle del Colca

 Il meraviglioso panorama andino accompagna il trasferimento con paesaggi che mutano a seconda dell’altitudine, ma sempre corollati da vari vulcani e vette. Il viaggio è inoltre caratterizzato dal poter ammirare alcuni degli animali tipici della zona come l’alpaca, la vigogna ed il lama

Pochi posti regalano un fascino come il Cruz del Condor in Perù, uno dei luoghi migliori al mondo per ammirare i condor nel loro habitat naturale.

Lago Titicaca

Adagiata sulle rive del Titicaca, il lago navigabile più alto del mondo, nel sud est del Perù, Puno (3.827 metri di altitudine), cittadina portuale lacustre, è la capitale del folclore peruviano e sede della Festa della Vergine della Candelora. E’ una delle mete turistiche importanti sia per il centro storico ben conservato con i suoi edifici di epoca coloniale sia per le vestigia archeologiche che si estendono nel territorio circostante. Il mercato cittadino offre ai turisti caldi capi in lana di alpaca e vigogna. Sulla Plaza de Armas si affaccia la cattedrale.
Il lago, i cui abitanti hanno preservato gli antichi costumi e le tradizioni, ospita anche diverse isole. Un esempio lo costituiscono gli Uros, che vivono su “isole galleggianti”, fatte di totora, e che navigano per la zona nelle loro tradizionali imbarcazioni anch’esse fatte di totora.
Da vedere nei dintorni: le Chullpas di Sillustani, un insieme di imponenti torri funerarie costruite dai Kollas; Juli, celebre per i suoi bei templi coloniali; Lampa con la chiesa del periodo del vicereame, costruita tra il 1675 e il 1685; Llachón, comunità che ancora conserva costumi secolari e manifestazioni culturali e Pucará, famosa per la ceramica pre incaica e per i “toritos de Pucará”, oggi costruiti in argilla.

Cusco e La Valle Sacra

Antica capitale dell’impero incaico, Cusco si trova in uno dei punti più belli e suggestivi della catena andina a 3.399 m s.l.m.

Dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1983, è, senza dubbio, una delle destinazioni più importanti del paese. Si articola attorno all’enorme Plaza de Armas, con la sua elegante Cattedrale e la Chiesa de La Compania dei Gesuiti. Nelle vicinanze si trova il museo de Historia Natural e lungo la avenida Arequipa sorge il Convento di Santa Catalina. Verso sud si incontra la chiesa de Las Merced e sulla Plaza San Francisco si affaccia la Chiesa omonima. Tra le due Piazze si trova il Museo de Historia Regionale nelle vicinanze di Santa Clara. Da vedere: il Museo Inka, il Museo De Arte Religiosa, la Chiesa di San Blas, la Chiesa di Santo Domingo, il Museo Arquelogico Q’Orikancia.
A dieci minuti circa dalla città si ergono le gigantesche mura della fortezza di Sacsayhuamán. Alcuni chilometri più distante si trovano i siti archeologici di Qenko, Puka Pukara e di Tambomachay, costruzioni incaiche edificate totalmente in pietra. Lungo la Valle Sacra degli incas, a un’ora circa da Cusco, si estendono i paesi di Pisac, Maras, Chinchero e Ollantaytambo, da cui si può prendere il treno diretto a Machu Picchu

Machu Picchu

Una delle più famose località archeologiche del continente, denominata “la città perduta degli Incas”. Il sito, patrimonio dell’Umanità, fu rinvenuto nel 1911 dall’Americano Hiram Bingham. Si sostiene che Machu Picchu, posta allo sbocco della valle dello Yucay, fosse la porta d’ingresso per la colonizzazione incaica delle regioni più interne del continente. Il punto di partenza della visita è posta nella vicina cittadina di Aguas Calientes.
Machu Picchu (in quechua, “montagna vecchia”) è arroccata sulla cima di una montagna che domina la profonda gola del fiume Urubamba, in piena foresta tropicale. Era sia un centro di culto e un osservatorio astronomico, sia la fattoria privata della famiglia dell’Inca Pachacútec.
L’elemento più interessante di questa cittadella è costituito dalle sedici vasche cerimoniali ad altezze decrescenti come a formare una lunga scalinata ed affiancate dal circolare del Tempio del Sole. Sopra le vasche si apre la piazza sacra di forma quadrangolare e dietro questo edificio la sacrestia, luogo per cerimonie votive. In posizione retrostante si erge una piccola altura sulla cui sommità si trovava il principale tempio cittadino chiamato Intiwatana.

Paracas e Le Linee di Nazca

Nasca è una cittadina del centro-sud del Perù. E’ una delle mete turistiche più visitate per la presenza delle famose ed enigmatiche linee che ne solcano gran parte del territorio.
Sono disegni giganteschi, figure enormi che rappresentano mammiferi, insetti, dei. Le Linee di Nasca, così chiamate dopo la scoperta avvenuta nel 1927, sono la testimonianza più inverosimile che abbia lasciato una cultura forgiatasi 300 anni prima dell’era cristiana: il risultato dei complessi disegni e dei tracciati (alcuni raggiungono 300 metri di lunghezza) si possono ammirare solo dall’alto.
Nella valle di Ingenio si visita il Museo di Maria Reiche studiosa che dedicò la vita alla protezione delle linee; nella valle è possibile raggiungere la torre d’osservazione di Nasca, chiamata il Mirador, che permette di osservare molte linee del deserto ed un belvedere naturale.
Il sito di Cahuachi si sviluppa nella parte bassa della valle e si tratta di uno dei più importanti ritrovamenti per lo studio di questa antichissima civiltà.
La cittadina di Chala si distende nel cuore di una regione che durante il periodo Inca era il centro di smistamento del pescato diretto alla capitale Cusco. Nella zona di Chicchitara, sulle alture rocciose, sono stati censiti oltre 300 petroglifi, incisioni di vario tipo, risalenti a circa 2000 anni fa, tra cui spiccano condor, serpenti, felini, lama e uccelli.

cookie informativi

I cookie sono piccoli file produtti dal server del sito visitato che vengono scaricati e memorizzati nel disco rigido del computer dell'utente tramite il browser quando lo si visita. I cookie possono essere utilizzati per raccogliere e memorizzare i dati utente durante la navigazione per offrire servizi come il login al sito, una condivisione su social network ecc.. Possono essere essere di natura duratura e rimanere nel pc dell'utente anche dopo la chiusura della sessione dell'utente o svanire dopo la chiusura di essa. I cookie possono del sito che si visita (locali) o di terze parti.

Ci sono diversi tipi di cookie:

  • Cookie tecnici che facilitano la navigazione degli utenti e l'utilizzo delle varie opzioni o servizi offerti dal web, come identificare la sessione, consentire l'accesso a determinate aree, facilitano gli ordini, gli acquisti, la compilazione di moduli, la registrazione, sicurezza, facilitando funzionalità (come ad esempio la visione di video ecc...),
  • Cookie di profilazione che consentono agli amministratori di tracciare le attività degli utenti e di mandar loro pubblicità mirata,
  • cookie di terzi parti che consentono l'integrazione del sito con servizi come i Social Network (cookie sociali) per permetterne la condivisione, cookie flash per la visione di video ecc...

Quindi, quando si accede al nostro sito web, nel rispetto della Direttiva UE 2009/136/CE e del provvedimento 229 dell'8 maggio 2014 del garante della privacy, l'utente ci autorizza all'utilizzo dei Cookie. Tutto questo è per migliorare i nostri servizi. Usiamo Google Analytics per raccogliere informazioni statistiche anonime come il numero di visitatori del nostro sito. I cookie aggiunto da Google Analytics sono disciplinate dalle norme sulla privacy di Google Analytics. Se volete potete disabilitare i cookie di Google Analytics.

Tuttavia, si ricorda che è possibile abilitare, disabilitare, limitare l'utilizzo e cancellare automaticamente i cookies seguendo le istruzioni del tuo browser.

  • Hai bisogno di aiuto?
  • Chiama: 059 927876
  • Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.